Irina_Bueno_Scorci_dell'Anima_Work_in_Progress_Dipinti
"L' Arte  è  per  consolare quelli  che sono stati
spezzati dalla vita. "
Vincent Van Gogh 

Irina Bueno- Artista- Critica d'Arte a cura della Dott.ssa Tamara Follesa


Oggi l'Arte ha superato qualsiasi frontiera, attraversato secoli di trasformazioni  e di evoluzioni, e i linguaggi utilizzati per esprimersi possono essere molteplici.  Irina si affaccia al mondo dell'Arte percorrendo il lascito delle Avanguardie Artistiche, mescolando gesti e gestualità che le permettano di esprimersi. Imitare la realtà non le interessa, ciò che conta è imprimere un'emozione. Spatole, pennelli, spugne, paste materiche, inserti di tessuto, carta, sacchetti di plastica, le sue opere sono attraversate da diversi  mezzi e i materiali più disparati, che rappresentano l'espediente attraverso cui comunicare con il mondo esterno. La ricerca della giovane pittrice cubana, è una ricerca interiore, dettata dal bisogno primario e primordiale di imprimere attraverso il colore il proprio vissuto emozionale, un tessuto fitto di sensazioni e stati d'animo  che fuoriescono nel momento stesso in cui vengono trasportate sulla tela. La creatività artistica diventa un rituale gestuale da cui far scaturire le proprie impressioni. Osservando le opere della Bueno, sono inevitabili i richiami all'Arte Informale piuttosto che all' Action Painting, o all'Astrattismo, ma non per questo la si potrebbe collocare in uno stile ben preciso; in comune con le Avanguardie mantiene l'urgenza comunicativa con il quale creare le sue composizioni plastiche lontano da modelli prestabiliti. Le opere dell'Artista originaria di Cuba, mantengono un forte imprinting autobiografico, e lo fa utilizzando un linguaggio visivo che esula  da schemi e strutture. La Bueno pur avvicinandosi in campo formativo a tecniche pittoriche ben precise,  preferirà seguire una sola strada, quella della libertà: libertà espressiva e rappresentativa.  Alla base della sua vorticosa creatività, imbevuta di entusiasmo e vitalità, la necessità di aprire un varco nel proprio profondo verso l'esterno: è attraverso questo varco, questo scorcio della sua visione che le forme germogliano sulla tela,  i  colori  si  accendono ed esplodono, i  confini della pittura si fanno nitidi, in un proliferare di elementi che si dispongono secondo lo stato emotivo  del momento. Sono scorci di colori, sono scorci di forme, sono scorci di emozioni...

sono gli  Scorci dell'Anima. 

 

a cura della Dott.ssa Tamara Follesa 

Luglio 2018